Crea sito

«

»

Corpo energetico

corpo-energetico-aa[1]

Corpo Energetico



Da migliaia di anni in oriente è tramandata

la conoscenza del corpo energetico
per cui la medicina cinese,

ed in senso più ge­nerale quella “orientale”,
prende in considerazione l’uomo
non come insieme di più parti

ma come un’unità interdipendente
composta

sia da corpo fisico che da corpo energetico.







Questa visione viene chiamata “olistica”

Da alcuni decenni anche in occidente si inizia a condividere que­sto principio
che poi è il punto di partenza da parte del medico per curare non solo i sintomi
ma anche le cause delle malattie ef­fettuando due interventi specifici:
Agopuntura, cromoterapia, reiki ed altre tecniche che hanno come fondamento
questa conoscenza che considera l’uomo un tutt’uno nel suo insieme, facente parte
di un microcosmo e di un macro­cosmo che interagiscono continuamente fra di loro.

Come si può intuire si tratta di una materia
complessa che esula da un manuale sul Reiki
per cui ne è sufficiente una conoscenza indicativa,
e se ne farà cenno più avanti, in quanto
chi pratica Reiki non deve fare diagnosi
ma semplicemente trasmettere energia.

Naturalmente  per chi volesse approfondire l’argomento
esistono oggi trattati, reperibili facilmente,
più  meno profondi che rispondono a tutte
le curiosità ed esigenze in ma­teria.
Comunque è meglio esserne al corrente,
sia pure solo indi­cativamente.

Quindi l’uomo viene considerato
non solo corpo fisico ma entità com­plessa
dotata anche di un corpo energetico che interessa
i piani fisico, mentale, psichico e spirituale,
munito di canali energetici, i cosiddetti meridiani,
che si collegano sia con gli organi che con le ghiandole endocrine
del corpo fisico ed al tutto con cui inte­ragisce.

Naturalmente non tutti coloro che si interessano di Reiki
appro­fondiscono anche questi aspetti, sia pur affascinanti,
della materia, ma si limitano alla semplice
conoscenza del canale energetico principale
che scorre adiacente alla spina dorsale, su cui sono dislocati
i 7 chakra principali e considera anche i 21 minori perché,
come vedremo, sono le aperture in cui l’operatore Reiki porterà l’energia.

In Reiki non è richiesto alcuno studio,
solo chi lo desi­dera può approfondire,
come e dove vuole.