Crea sito

«

»

Libri – I miei libri

le-carte-del-kadosh

 Le carte del Kadosh

Sono Rubino Lorenzo, in arte Uriel.



Sono l’autore del libro
:
Le carte del Kadosh
edito dalla Casa editrice “Il Punto d’Incontro”






Riporto di seguito la prefazione
presente nel sito: “Il Punto d’Incontro”

Le Carte del Kadosh si basano sui 72 nomi divini degli Angeli della Kabala,
più 9 carte degli Arcangeli delle Sephiroth.

Create a scopo meditativo e sintetizzate per un più facile accesso,
le Carte del Kadosh sono l’estensione di un potente talismano,
riprodotto sul dorso di ogni carta, rivelato all’autore dall’Angelo Sariel.
Le Carte del Kadosh rappresentano l’essenza della nostra anima
e di quello a cui siamo destinati, e sono fatte per esaltare il meglio di noi stessi.

L’origine della Kabala e la gnosi appartengono allo stesso periodo.
Il tema da evidenziare è del Sepher Hazoar (il libro dello splendore),
in cui si afferma che Dio non creò personalmente il mondo,
ma lo creò attraverso le Sephiroth.
Ora, per analogia, le Sephiroth sono dei simboli,
lettere che diventano delle potenze spirituali, come Angeli,
che creano il mondo. Queste carte hanno le virtù delle Sephiroth.

Le Carte del Kadosh possono essere utilizzate
in maniera diversa dalle persone, secondo le loro necessità,
disponendole sull’apposito Pentagramma Magico.
È ovvio che con queste carte si toccano energie molto potenti,
che coinvolgono tutto il nostro essere, e quindi devono essere usate con amore.

Sul sito “Il Giardino dei libri” ho trovato questa recensione
sul libro “Le carte del Kadosh” che mi permetto di trascrivere
e che ho trovato bellissima: grazie Davide.

 Scritto da: Andrea Davide

Un libro PREZIOSO e INDISPENSABILE !
Una caratteristica che rende prezioso questo libro,
dotato di un pregevole mazzo di carte,
è il Talismano Kadosh,
potentissimo convogliatore di energie angeliche, introvabile altrove.

Ma ciò che rende quest’opera assolutamente indispensabile
a chi è interessato agli Angeli,
è il fatto che i 72 nomi degli angeli custodi
sono riportati correttamente, sia in italiano, che in ebraico.
Ciò non deve esser dato per scontato.

Di solito, infatti, anche nei testi in cui il nome ebraico è riportato,
ci sono alcune lettere che vengono scambiate, confuse tra loro,
in quanto molto somiglianti tra loro nella grafia.
Purtroppo, però, tali lettere sono anche assolutamente
differenti nella pronuncia, per cui i glifi non possono essere
correttamente visualizzati, e cosa forse ancora più importante,
senza questo prezioso libro, il suono dei nomi angelici
non può venire correttamente pronunciato!
Andrea

 

Il Tuo Angelo Custode,copertina secondo libro
un Compagno per la vita


Vedi la Pagina “Angeli

Sono anche l’autore del libro
“Il Tuo Angelo custode, un Compagno per la vita”
un ebook edito dalla Casa Editrice “Corebook”

Stralcio dal libro:
Se avete dubbi che gli Angeli esistono
vi riporto
l’esperienza di morte e di ritorno
di mia madre. “

“Premetto che già da bambina ho sempre avuto atroci mal di testa; passando gli anni questi mal di testa sono diventati cronici e mi curavo con tutti i tipi di medicine. Facendo gli esami del sangue non risultava mai nulla di anomalo.

Sono arrivata all’età di 40 anni e, naturalmente, continuavo ad avere questi atroci mal di testa, pur continuando a lavorare e a cercare di fare una vita normale avendo mio figlio da accudire.
Un giorno abbiamo deciso di andare al cinema a vedere un film che volevamo vedere.
Al ritorno, dopo, dopo qualche giorno, abbiamo dovuto metterci a letto perché avevano preso una bruttissima influenza che ci impediva addirittura di stare in piedi.
Siamo stati 15-20 giorni a letto con febbre altissima.
Naturalmente quando sono stata un po’ meglio ho ripreso il lavoro ma non riuscivo a riprendermi, ero esausta già al mattino appena alzata e da qui è venuta la necessità di fare degli esami del sangue per capire il motivo per cui non riuscivo a stare in piedi.
Dopo qualche giorno, non avevo ancora gli esami in mano, ho dovuto andare in ospedale per un enorme e dolorosissimo ascesso inguinale; la sera stessa quando sono andata a letto è avvenuta la mia esperienza.
So di essere morta quella sera; mi sono vista che salivo in mezzo ad una luce bellissima, salivo leggera, senza pensieri, non ricordavo nulla; stavo benissimo e non avevo più nessun dolore, e soprattutto nessun rammarico. Mentre salivo in questa calda luce dorata ad un certo punto sento una voce bellissima, suadente e calda che mi dice: “devi tornare, devi fare pace con tua madre”. A questo punto mi sono resa conto che stavo scendendo piano piano e mi sono svegliata. Ho chiamato mio figlio e gli ho raccontato cosa era successo. Il mio grande rammarico è che durante quella esperienza non pensavo a mio figlio, forse perché non pensavo di morire.

E’ vero, con mia madre avevamo avuto da ridire e non ci vedevamo da parecchio tempo.
per il seguito acquistate l’ebook…….