Crea sito

«

»

Trattamenti Reiki


reiki-trattamenti[1]





Prima di un
trattamento Reiki









E’ un trattamento d’amore.

Possiamo dare e ricevere Reiki  in qualsiasi momento
ma solo se lo  desideriamo e se è richiesto.

Quando lo pratichiamo agli altri dobbiamo sem­pre
chiedere il loro consenso, perché l’astante (il ricevente),
nel suo libero arbitrio, potrebbe anche non volerlo.

Se l’astante fosse troppo agitato è meglio rimandare
la se­duta ad un momento migliore. Lo stesso per noi.  

Durante il trattamento fate coricare l’astante
magari con cuscini sotto al capo ed alle ginocchia,
e non fate incrociare le braccia e le gambe per non
creare ostacoli al libero flusso dell’e­nergia,
ricordando che in questa condizione si potrebbe
avvertire più freddo del normale e quindi coprite
l’astante con una ade­guata coperta.

Anche voi as­sumete la posizione più comoda possibile.
Durante il periodo del trattamento può aiutare bere molta acqua.

Innanzitutto stabilire un rapporto cordiale e di fiducia
ed offrire il proprio aiuto con sincerità, evitando
di fare il medico se non lo si è.
Reiki è complementare a qualsiasi tipo di terapia
medica, è un dono d’amore e non si sbaglia mai
nell’offrire o nel ricevere troppo amore.



Cura della persona
 

A questo punto possiamo passare ad occuparci
dell’astante suggerendo di togliere catene, anelli,
lenti, cinture, orologi, ed allentando indumenti
troppo stretti, al fine di permettere all’energia
di fluire senza ostacoli.

Fare anche rimuovere gli occhiali durante
il trattamento; eventuali lenti a contatto
possono risultare fastidiose.

Reiki può essere esteso ad animali, piante, cristalli,
indumenti, lettere ed a tutto ciò che fa parte della
nostra vita e del nostro mondo, seguendo
le indicazioni fornite nel seminario.

Gli unici limiti del Reiki sono veramente
solo nella nostra imma­ginazione.



Da ricordare !!!   iniziare sempre



Con un ciclo di quattro trattamenti in quattro
giorni (possibilmente) consecutivi.
In seguito si vedrà se saranno necessari ulteriori trattamenti.
Seguire le indicazioni fornite nel seminario.





Metodo corretto di tenere le mani mani-unite[1]

durante i trattamenti Reiki







Ricordarsi che durante i trattamenti
occorre tenere
le dita a contatto tra di loro,
pollici uniti.







Prima di tutto è necessario imparare il modo giusto
di tenere le mani durante i trattamenti,
vedi figura,  nel Reiki vengono
utilizzate entrambe, con i palmi verso il basso.
Le mani vengono appoggiate delicatamente
sull’astante in stato di totale

rilassamento e senza esercitare nessuna
pressione seguendo le varie posizioni.

Se, per qualche ragione, non è possibile posizionare
ambedue le mani, ponete comunque quella
inutilizzata a contatto col corpo dell’astante,
in un altro punto: affinché l’energia si attivi,
tutte e due le mani devono infatti toccare l’astante,
o trovar­si a pochi centimetri di distanza dal medesimo.

L’energia può fuoriuscire dalle mani anche in
altre occa­sioni che non siano trattamenti di guarigione,
ad esempio quando siete vicino ad un astante
che ne ha bisogno inconsapevolmente.

 

La centratura del Cucentratura-del-cuore[1]ore 



Ogni volta che vogliamo far fluire
questa energia, la prima ope­razione consiste
nell’eseguire la centratura portando
le proprie mani sul cuore, o in posizione di preghiera,
o appoggiate l’una vicina all’altra o sovrapposte.









La cen­tratura del cuore è una pratica molto importante,

perché ci collega con l’Energia e con il Tutto.
Quando il trattamento è terminato, ringraziamo
l’astante per es­sersi fatto coccolare e ringraziamo
l’energia per il bene che ci ha dato e che ci ha permesso di fare.
Ogni volta che finite un trattamento ringraziate sempre l’energia.

 

L’Autotrattamentoautotrattamento[1]



Iniziare sempre tutti i trattamenti
con la centratura del cuore

 

Ogni posizione va mantenuta per 3 minuti
e potete eseguire il trattamento da seduti
o sdraiati; non incrociate le gambe
e le braccia. Se siete seduti, i piedi
devono essere a contatto col pavimento.
Proseguire variando le posizioni come in figura
staccando le mani una per volta per non perdere
il contatto. Chiudete il trattamento strofinando le mani
Ringraziate

 

Trattamenti Reiki completi o di base
3 Minuti a posizione
.



Ogni ciclo di trattamenti dovrebbe iniziare

con 4 trattamenti completi in 4 giorni consecutivi.
Prima di ogni altra cosa avvertire l’astante
dicendogli che verrà “toccato”.
Si raccomanda di stare sempre attenti
a non violare le parti intime dell’astante.

Fare movimenti lenti, e quando cambiate posizione
aprite gli occhi per non rischiare….
Non strusciate le mani sull’astante quando fate i trattamenti.

Se sentite che l’astante si agita quando siete
su una posizione, (es. nella posizione alla gola
o vicino alle parti intime le mani devono solo
sfiorare la parte da trattare) non insistete e 
proseguite con la posizione successiva.

Il Reikista deve essere alla destra dell’astante.

Iniziare dalla testa e seguire le posizioni.

  Trattamento-fronte[1]  Trattamento-retro[1]

Mentre l’astante si gira cercate di mantenere
il contatto con una mano.

Terminare il trattamento con l’accarezzamento
dell’aura per 3 volte.

Chiudete il trattamento strofinando le mani.
Ringraziate.